Ricetta: ragù alla bolognese

Agosto

1

2017

Ricetta Ragù alla bolognese

Uno dei condimenti più caratteristici della buona cucina italiana, quello che ha consacrato il Bel Paese come massimo detentore della buona cucina. Oggi vi sveliamo la ricetta più autentica, per preparare un ragù come quello della nonna!

Ingredienti

  • Polpa di Bovino Adulto per Ragù
  • 250gr Passata di pomodoro
  • 50gr Sedano
  • 50gr Cipolle dorate
  • 50gr Carote
  • 250gr Vino bianco
  • 1 cucchiaio di Olio extravergine d’oliva
  • 3 litri d’Acqua
  • 40gr Latte intero
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Preparazione
Come preparare il ragù alla bolognese

Per preparare il ragù alla bolognese cominciate tritando finemente al coltello il sedano, la carota sbucciata e spuntata e la cipolla mondata. Dovrete ottere 50 g per ciascun ingrediente.
Poi versate l’olio in una pentola e aggiungete il trito lasciate andare per una decina di minuti a fuoco dolce mentre mescolate, di tanto in tanto. Trascorso il tempo il soffritto dovrà risultare appassito ed il fondo del tegame invece asciutto. Unite la polpa di bovino.
Anche queste dovranno rosolare lentamente per una decina di minuti perciò mescolate per sigillare bene. Inizialmente fuoriusciranno tutti i succhi ma una volta asciugati potrete sfumare con il vino bianco. Non appena l’alcol sarà evaporato ed il fondo sarà tornato, ancora una volta, ben asciutto aggiungete la passata di pomodoro. Poi versate soltanto 1 dei 3 litri di acqua, aggiungete un pizzico di sale, mescolate e lasciate cuocere a fiamma medio-bassa per un’oretta. Trascorsa la prima ora potrete aggiungere un altro litro d’acqua, mescolare e far cuocere ancora per un’ora.

Al termine della seconda ora di cottura, versate l’ultimo litro di acqua e continuate a far cuocere sempre a fiamma dolce per un’altra ora. In questo modo il ragù cuocerà per almeno 3 ore. A fine cottura il risultato sarà ben asciutto, regolate di sale e di pepe, spegnete la fiamma e unite il latte; un’ultima mescolata ed ecco il ragù alla bolognese pronto per l’uso!

Conservazione

Potete preparare il ragù alla bolognese con anticipo e scaldarlo al momento del bisogno.  Potete conservarlo in un recipiente di vetro, ben coperto con pellicola, per 2-3 giorni al massimo. Se preferite, potete anche congelare il ragù.

Le tradizioni legate alla ricetta del ragù alla bolognese sono davvero tantissime! Partiamo dalla carne.
Quella di maiale deve essere molto grassa, perciò in gergo è chiamata pancetta (non si tratta quindi della classica pancetta da cucina). Quella di bovino invece deve essere a grana grossa, così da conferire una consistenza rustica al ragù.
Le verdure devono essere rigorosamente tritate al coltello e il più finemente possibile.
La quantità di sugo non deve essere tanta, a dispetto di quanto comunemente si crede. Le tagliatelle perciò verranno condite con un sugo ristretto al contrario delle lasagne che invece necessitano di un sugo più morbido.
Il latte, serve a rendere più corposo e cremoso il ragù, ma anticamente si utilizzava una generosa cucchiaiata di strutto che può essere comunque utilizzata per rinforzare una carne di maiale poco grassa.

Lascia un commento