Ricetta: ossobuco di vitello alla milanese

Giugno

22

2017

L’ossobuco alla Milanese, come ci suggerisce il nome stesso, è una tipica ricetta Lombarda della città di Milano, molto semplice da preparare e soprattutto molto gustosa, diffusa in tutta Italia anche se la preparazione cambia da regione a regione.
Ovviamente l’ingrediente fondamentale per la preparazione dell’oss bus a la milanesa, è l’ossobuco, ovvero lo stinco del vitello attorno al quale, una volta tagliato e cucinato, resta la polpa del muscolo tutta da spolpare!
Non sappiamo esattamente quando l’ossobuco sia entrato a far parte della cucina milanese, ma sappiamo con certezza che nel ‘700 era già uno dei piatti tipici ed era considerato un piatto da buongustai.

Ingredienti

  • 1 bicchiere di Vino bianco
  • Pepe nero q.b.
  • 50g Burro
  • Sale fino q.b.
  • 1 Cipolla piccola
  • 1,4 kg Carne bovina
  • 3 cucchiai di Olio extravergine d’oliva
  • 50gr Farina 00
  • 1 Aglio
  • 1 spicchio
  • 1 ciuffo di Prezzemolo
  • 0,5 litri Brodo di carne
  • Scorza di ½ limone

Preparazione

In una padella capiente mettete il burro e l’olio, unite la cipolla tritata finemente e lasciatela appassire a fuoco lento. Nel frattempo preparate gli ossibuchi, incidete con le forbici la membrana che circonda gli ossibuchi, questo eviterà che gli ossibuchi si “arriccino” durante la cottura. Infarinate i quattro ossibuchi da entrambi i lati.

Quando la cipolla sarà diventata trasparente (ci vorranno circa 15 minuti), unite in padella gli ossibuchi e fateli rosolare per bene da entrambi i lati. Poi bagnateli con un bicchiere di vino bianco. Lasciate evaporare, aggiustate di sale e pepe, quindi aggiungete il brodo.

Lasciate cuocere a fuoco lento per almeno un’ ora e mezza, coprendo con un coperchio ma lasciando uno sfiato; muovete la padella, facendola ondeggiare, di tanto in tanto per non fare attaccare gli ossibuchi e aggiungete un po’ di brodo quando serve. Nel frattempo preparate la famosa gremolada, ovvero un trito di prezzemolo, buccia grattugiata di mezzo limone e uno spicchio d’aglio, che aggiungerete a cinque minuti dalla fine della cottura. La tradizione milanese vuole che questo gustoso piatto sia accompagnato con del risotto alla milanese o con della polenta. Ecco fatto… i vostri ossibuchi alla milanese sono pronti! Serviteli ben caldi e con abbondante sugo… buon appetito!

Curiosità

Sembra che nella ricetta originaria, gli ossibuchi alla milanese, fossero cucinati senza il pomodoro aggiunta indispensabile a partire dal XVIII secolo.

Consiglio

Ve li consigliamo assolutamente come piatto unico, accompagnati dal risotto allo zafferano oppure dalla polenta, che assorbiranno il sugo e prolungheranno questo – è innegabile – peccato di gola. Se, poi, volete variare la ricetta, potete aggiungere della passata di pomodoro, 300 ml, dopo aver fatto sfumare il vino bianco. Visto che la cottura è lunga, quando dovesse servirvi aggiungete un mestolo di brodo.

Lascia un commento